The August break

Ohilà! È parecchio che non mi sentite, ma quest’anno va così: poche parole, tante fotografie. Come al solito ho cominciato tutta una serie di post, che sono rimasti poi così, penzolanti, monchi, senza ispirazione, e quindi abbandonati.

C’è da dire a mia discolpa che nell’ultimo anno ho solo traslocato, ho solo aperto una casa editrice, ho cercato di mantenere una vita socialmente attiva e quindi i miei impegni si sono moltiplicati a dismisura. Se non fosse stato per l’appuntamento settimanale con il babbo al cineforum, probabilmente avrei pure smesso di vedere film.

Comunque adesso spengo il computer e vado a fare la valigia. E non vi dico dove vado perché non lo so bene neanche io: andremo prima un po’ a est e poi un po’ a ovest, seguendo rotte enogastronomiche che si riveleranno pian piano.

Comincio ora il mio August break e vi auguro un’ottima estate.