Bicchiere no.3


Detesto rompere i bicchieri. E i piatti, i vasi, le tazze.

Un momento li hai in mano, belli, utili, interi, ed un attimo dopo – ops! – in mille pezzi: inservibili e taglienti.
Rimane addosso una sensazione di disagio, di impotenza. Perché sei così maldestra? Ti scivolano dalle mani senza che tu te ne accorga e urtano un piatto, uno spigolo o finiscono sul pavimento. E quando intuisci che non c’è possibilità di recuperarli, che stanno per rompersi, allora provi un terrore inspiegabile, anche se è un qualunque bicchiere Ikea senza valore.

5 pensieri su “Bicchiere no.3

  1. se ti può consolare l’ultimo bicchiere che ho rotto io conteneva del the bollente… e prima di frantumarsi a terra ha rovesciato tutto il suo contenuto sul mio piccì…😦 disastro.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...