Balthazar


BALTHAZAR, pizzeria – corso Vittorio Emanuele II 21, Torino

Ribattezzata La Pretenziosa, questa pizzeria si presenta come un ristorante sfarzosissimo: nelle due sale di legno bianco spiccano i drappeggi oro e rosso delle tende, le sedie rivestite in stoffa, i lampadari scintillanti e le opere d’arte di dubbio gusto; per non parlare del bagno – nero, in netto contrasto con la sala – che sembra un salotto con quel suo divano antico verde e gli asciugamani monouso in spugna, la crema Nivea, lo smacchiatore rapido e le riviste di architettura. E di un certo lignaggio sembrano esserlo anche gli avventori, tutti appartenenti alla Torino bene o che almeno si vestono e si atteggiano come se lo fossero.

A parte questo, la pizza è molto buona: napoletana cotta nel forno a legna con ottimi ingredienti (particolarmente apprezzabili sono la mozzarella di bufala, la burrata, il prosciutto San Daniele e le olive taggiasche); il menu non è molto lungo, una decina di pizze al massimo. Poi, il Balthazar offre anche piatti da ristorante e qui si ricade nel “tanto fumo poco arrosto” perché un semplice panino con patatine fritte viene chiamato hamburger alla newyorkese e così via… Certo i piatti hanno una presentazione degna dei grandi chef e i dolci sembrano deliziosi, ma a mio parere tutto questo è un po’ troppo per quella che, alla fin delle fini, è una pizzeria.

2 pensieri su “Balthazar

  1. immaginavo fosse molto pomposa ma poco soddisfacente: ci passo spesso davanti e la clientela in procinto di entrare non mi ha mai ispirata troppo…per la pizza: sei mai stata da Cristina in corso Palermo? un po’ scorbutici e sui generis i proprietari, ma per me è la migliore pizza della città…

  2. Da Cristina sono stata una volta sola alcuni anni fa e dovrei tornarci, hai ragione! Ma c’è sempre tanta coda? Mi pare non si possa prenotare, no?

    Cmq, al Balthazar siamo finiti quasi per caso e riconfermo la pomposità; però la pizza è davvero buona e ricca, e alla fine si spende 16€ pizza+birra, quindi ampiamente nella media. Chissà perché hanno scelto quest’ambientazione, che con la pizza c’entra proprio niente…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...