meeting Joe R. Lansdale


Al primo piano della Feltrinelli di piazza CLN fra gli scaffali c’è uno spazio un po’ più largo arredato con qualche divanetto, dove solitamente si accomodano i lettori a sbafo. Questa volta c’è anche una schiera di sedioline pieghevoli, quasi tutte sono già occupate da fan in fremente attesa. Riusciamo a prendere le ultime due, e teniamo già stretti i libri che intendiamo farci autografare: l’ultimo uscito, Devil Red, per Andrea, Una stagione selvaggia per me, il primo che ho letto, quello che mi ha folgorata.
Joe R. Lansdale arriva con passo molleggiato, su grosse scarpe da ginnastica e con un giubbottone di pelle che non toglierà. Parla proprio americano! Le vocali ampie e lunghe, qualche lettera masticata; è simpatico. Fa ridere. Ha una bella faccia liscia e, nonostante i capelli completamente bianche, sembra più giovane rispetto alla sua età. È qui per presentare la nuova avventura di Hap & Leonard, i detective-giustizieri di LaBorde, Texas, attorno ai quali si è creato un vero e proprio culto. Parla del libro, parla di Hap e Leonard, e dei messaggi sociali che cerca di diffondere attraverso tutti i suoi romanzi. Per questo Leonard è un nero gay e repubblicano. E Hap, invece, un democratico, ex-hippy bianco. Due dai pugni facili malgrado le buone intenzioni; ma proprio per questo si fanno voler bene.
Lansdale è uno dei più amati scrittori americani contemporanei; eppure non è laureato, come gli fanno notare in patria, dove lo convincono a prendere una laurea fittizia in arti marziali per consentirgli di insegnare scrittura creativa all’università; a lui, che è una delle menti più prolifiche e originali. Le arti marziali sono una sua grande passione, peraltro, tanto che ha creato un suo stile personale riconosciuto internazionalmente. Ed è così che è diventato scrittore, allenando la fantasia come i muscoli, con costanza e determinazione, scrivendo part-time e sostenendosi facendo il buttafuori, l’operaio, e anche il bidello proprio nell’università dove ora insegna. Bella rivincita, eh?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...