regalo di Natale


Due mesi fa ho comperato del pepe bianco al posto di quello nero. Da allora mi scervello perché questo odore penetrante e speziato mi ricorda qualcosa, va a solleticare un ricordo che fatica ad emergere.
Finalmente stasera posso sottoporlo al naso di mia sorella che manca da casa da qualche tempo; lei annusa ad occhi chiusi e senza esitare dichiara: «Trippa!». Ha ragione. Provo di nuovo ed eccola lì, cruda nel piatto, il nonno la condisce con pepe, sale, un filo d’olio buono e ce la porge perché possiamo assaggiarla.

La forza delle esperienze condivise, la forza del legame più stretto che ci sia.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...