tutta colpa delle tortillas


Mi sono appena svegliata e apro la finestra ad una meravigliosa mattina di sole. Gli occhi, che faticano ad abituarsi alla luce, mettono a fuoco piano piano, ma le orecchie si sono già accorte del vociare che proviene dal giardino. E rumore d’acqua. L’orto e il giardino del vicino sono diventati una enorme piscina. Mia madre e la dirimpettaia sgambettano tenendosi alle tavolette da nuoto e chiacchierano. Un ragazzo è seduto sul cornicione e si guarda intorno incerto se bagnarsi. Sulla cima della tettoia alcuni bambini fanno la fila per fare i tuffi, qualcuno ha il salvagente; altri giocano con la palla, una di quelle grandi, gonfiabili a spicchi bianchi e rossi. Vedendomi preoccupata mio padre mi assicura che Dudi è in un’aiuola asciutta, tranquillo.
Suona una campanella, e l’acqua  sparisce. La gente saluta e se ne va, ognuno con il suo asciugamano.

Sarebbe bene ricordarsi di buttar giù un bel bicchierone di magnesia dopo una cena a base di tortillas.

Un pensiero su “tutta colpa delle tortillas

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...