L’Illusionista


L’illusionista
Sylvain Chomet, 2010

A metà del XX secolo l’illusionista non emoziona neanche più i bambini. Il pubblico vuole le rockstar!
Il regista di Appuntamento a Belleville (che devo assolutamente vedere!) dà vita a una sceneggiatura dimenticata di Jacques Tati, portando sullo schermo il fascino dei film francesi e l’atmosfera umida di Scozia e Inghilterra.
È animazione pura, quasi nessun dialogo; se qualche personaggio parla non è neanche doppiato, perché non è importante cogliere le parole. Raffinatissimo, divertente e commovente: ti piglia, ti avvolge, ti sviscera e ti lascia lì, senza fiato, con le lacrime che affiorano.

2 pensieri su “L’Illusionista

  1. e io non l’ho visto e ora ho ancora più voglia di vederlo! Già “appuntamento a belleville” è spettacolare, ma “l’illusionista” ha una trama che mi intriga tantissimo….Partirò a caccia di un dvd 🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...