non sono agitata…


… sono terrorizzata!

Stasera ci sarà la presentazione del primo libro edito da compagine, la micro casa editrice di cui sono fondatrice insieme ad A. Abbiamo fatto un sacco di pubblicità, su twitter, su facebook, su giornali on line, su giornali locali, alla radio, perché venisse gente, e pare che ne verrà oltre a ogni nostra aspettativa.
Bene. Deve essere così.

Rimane il fatto che io da sempre ho paura di parlare in pubblico. L’ultima volta è stata più di due anni fa, alla laurea: il cuore rimbalzava dappertutto e mi toglieva il fiato. E poi il problema della sintesi – che talvolta è un dono, ma spesso è un ostacolo; io non so vendere fumo e non so parlare di aria fritta. Ed è per questo che dopo i saluti di rito io mi nasconderò dietro la macchina fotografica, e ciao, ci vediamo dopo.

Altra cosa: la mise – ops, scusate, si dice outfit! Mise o outfit che sia, non ho ancora deciso cosa mettere. E contando che avrò pochissimo tempo per tornare a casa a cambiarmi, è bene che io sciolga il nodo al più presto. Non vorrei sembrare inadeguatamente sgargiante, né essere scambiata per una hostess. Ah, se ci fossero Carla ed Enzo, loro sì che mi risolverebbero il problema! Troppo giansenista, sabauda e tinta unita sono, io, e così pure il mio guardaroba. Mettiamo da parte il tubino nero, e anche quello grigio, evitiamo il vestito di lanona color petrolio, e quello di lanetta maròn: rimangono il vestitino blu di seta un po’ fru fru – forse troppo fru fru – e quello di desigual – sempre bello, per carità, ma è il vestito per tutte le occasioni, e non siete stufi di vedermelo addosso? Altrimenti gonna nera aderente-ma-drappeggiata, maglietta nera, golf nero lungo, collana colorata. Che ansia.

Fortunatamente il centro dell’attenzione sarà l’autrice, Amalia Estremi, che racconterà di sé e del suo libro. Un libro nel quale noi crediamo, ed è anche per questo che io sono così emozionata. Quasi che il lavoro fosse mio, e che in parte è.
Ad intervistarla ci sarà Mademoiselle, che con nostro grandissimo sollievo si è prestata a sostituire Tazzina – ahinoi rapita da un impegno imprevisto – alla quale faccio un super in bocca al lupo.

E basta.
Fate un in bocca al lupo anche a me.

Advertisements

4 pensieri su “non sono agitata…

  1. Carissima blogger,
    non temere! Tutto andrà a meraviglia. E poi, il vestito non è così importante, quello che conta è la sostanza…

    Ma va là! Chi vogliamo prendere in giro! La mise è fondamentale!
    Quindi, abbandoniamo le frasi fatte e dedichiamo queste poche righe a dissipare il bandolo di questa ingarbugliata matassa.

    Bisogna creare un’immagine. Bisogna pensare ad un’immagine.
    E la domanda la faccio a Lei, cara blogger: a quale immagine si sente più vicina?
    Professionale, tipo “donnaincarrierasonoimpegnatissimanonpossoparlare”? Spensierata e sbarazzina, da bambinella che saltella nel campetto di margheritine? Alternativa, a mò di “guardate che roba stilosa che ho addosso, è un pezzo unico, bla bla bla” (ogni riferimento ad abiti, cose o persone è puramente casuale)? …?

    Lo ammetto. La scelta non è delle più semplici.

    Ma sa una cosa, cara blogger, anche se non la conosco personalmente (…), posso immaginare esistano colori che le donano più di altri, ad esempio, non so…, azzardo,…il rosso od il verde, ma anche il blu (che male c’è ad essere un po’ “fru fru”?); quindi, punterei su quelli.
    Altro mini-consiglio, gonna e tacchi assolutamente! Slanciano la figura (una donna senza tacchi ad una serata di gala è come una serie di fuochi di artificio senza quello a forma di cuore)!

    Rouches e leggins a parte, sarà una meravigliosa serata, emozionante ed appagante. Ma sarà bella anche perché non è altro che il primo passo verso un nuovo mondo, questa volta tutto Tuo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...