good vibes: ricetta


Cestino il post che ho appena finito.
È inutile scrivere post tristi e seguire a testa bassa la spirale delle giornate no.

Bad vibrations. Combattiamole, e concentriamoci su una buona dose di good vibes.
Allora, preparare una tazzona di tè bollente con la miscela preferita: quella degli ultimi tempi è Lady Gray; tenere fra le mani qualcosa di caldissimo e profumato migliora l’umore, è assicurato.

Mettere su della musica. Qualunque. Nello specifico, organizzo una playlist di tango e musica francese: Raphaël Beau, Edith Piaf, Yann Tiersen.

Poi, dato che il monitor è l’unica finestra sul mondo in questi uffici bui, cercare un bel panorama, magari divertente come le chiavi di ricerca di Tegamini, che mi fanno sempre morire dal ridere, oppure incoraggiante e pieno di sapienza rock’n’roll come l’oroscopo di Mille occasioni di festa e del suo iPod dagli sbalorditivi poteri divinatori (cit).

Lanciare un sasso su un social network a caso – o contemporaneamente su tutti, tanto, geek come sono, li ho collegati fra loro – e vedere come reagiscono gli altri depressoni. Di sicuro ci sarà quello che proporrà di mollare tutto e andare ad allevare mucche in Val d’Aosta e produrre fontina. Con il risultato di spalancare il coperchio della mia golosità inestinguibile e lasciarmi in balia di una voglia di formaggio che no, proprio non posso permettermi.

Infine, scrivere un post che esorcizzi tutte le bad vibes, pubblicarlo senza ulteriori esitazioni – errori e sviste compresi -, spegnere il computer e andare a yoga.
Cià!

4 pensieri su “good vibes: ricetta

  1. oooh grazie Emmina! superlusingata da questo post che ha il vero spirito delle milleoccasionidifesta!!🙂 d’altronde se non ci sono bisogna andarsele a cercare no?😉

  2. Io continuo a non aver comprato il biglietto di ritorno Tenerife-SolitoTraMtraM e insomma lasciarlo così one-way rimane ancora una tentazione. A El Médano -nostra destinazione canara- vive un’allegra community di expat con il sorriso stampato in faccia: sono quelli che si sono inventati qualcosa di diverso, con qualche agio in meno e qualche grado in più.
    In questo momento, sul sito del signor Ryan il biglietto viene 39,99 tasse incluse. One way.

  3. ahahahah bel post🙂
    io quando sono stanco o malinconico accendo la luce più tenue tra quelle che ho in camera, e ascolto i pink floyd.. mi fa rilassare tantissimo🙂
    di nuovo, bel post🙂
    Luca

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...