Trieste [diari di gite estive #2]


Trieste non è solo una città ma tutto un territorio: è una sottile striscia di terra, come se si estendesse da Duino a Muggia senza soluzione di continuità, alternando spiagge, scogliere carsiche, porticcioli, pinete, ville, castelli e come punto focale la spianata di piazza Unità d’Italia, la più grande piazza d’Europa che si affaccia sul mare – ma forse la più grande del mondo tra quelle che si affacciano sul Golfo di Trieste [cit.]!

080-Trieste

670. miramare

Vasta e assolata, con i suoi edifici ottocenteschi, la fontana dei quattro continenti e gli automi che segnano l’ora sulla torre del municipio, la piazza centrale di Trieste è un bel punto di vista – a seconda del momento – da cui osservare gli ospiti del quattro stelle Duchi d’Aosta far colazione con caffellatte, uova strapazzate e prosecco, o i ragazzi seduti sul molo che godono di tramonti stupendi sorseggiando birra.

081-Trieste

178-Trieste

163-Trieste_2

IMG_1622

Trieste è strana e poliedrica: crocevia di storia e di storie, porta fra Europa orientale e occidentale, è tante città in una. Dalle rovine romane, alle cupole blu dei templi ortodossi, dagli edifici in puro jugendstil viennese, a quelli inequivocabilmente fascisti. Nelle piazze, salotti ordinati e brulicanti, la gente beve spritz, oppure si appresta ad attaccare trionfi di pesce fritto o di bollito misto, in pura tradizione triestina. Fra un caffè e l’altro si incontrano Svevo, Joyce e Saba. L’aria che si respira è di costante fermento e lavorio. Allontanandosi, invece, si trovano le stradine tipiche delle città di mare, solitarie e fresche, che si arrampicano sull’erta, fra scalette e panni stesi ad asciugare. Il silenzio e la tranquillità, qui, possono essere spazzati via solo dalla Bora.

126-Trieste

133-Trieste

130-Trieste

102-Trieste 

108-Trieste

3 pensieri su “Trieste [diari di gite estive #2]

  1. A Trieste ci sono tornato ad aprile per rinverdire il ricordo di una gita scolastica di terza media. C’ho lasciato giù un pezzetto di cuore! Già non vedo l’ora di tornarci. Bellissime foto! M’han fatto venire la nostalgia!!

  2. E neanche la bora potrebbe spazzar via il senso delle tue parole. Misurate, ma calde e pertinenti nella loro spontaneità. Davvero un bel post, grazie!

  3. A Trieste ho studiato e l’adoro.. quando posso ci torno e il molo Audace è la mia tappa fissa. Proprio un bel post e anche le foto, specie la terzultima e la penultima. E’ stato un piacere soffermarmi qui🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...