Perù #2 | Sul rio Madre de Dios


8 agosto // Arrivando a Puerto Maldonado, l’aereo ci regala uno spettacolo mozzafiato: il sole tramonta su una distesa di alberi e nuvole di cui non si vede la fine; è la foresta, finalmente. È verde in tutte le direzioni, in mille sfumature, accese ogni tanto da fioriture rosa e gialle, come piccoli fuochi d’artificio. Lunghi fiumi serpeggiano lenti e inarrestabili, tornando anche sui propri passi, con fitti meandri. L’aeroporto non è più di un hangar, con la pista ritagliata fra le piante: l’umidità si taglia come fette di burro. Le abitazioni, affacciate su strade di terra polverosa, sono poco più che baracche; sbirciando nei cortili intravvedo cene, balli, barbecue e veglie funebri. Il lodge è immerso nella selva, nel buio più totale; ci si arriva dopo chilometri su un sentiero sterrato largo quanto il furgone. Ed è qui che vedo la prima immensa stellata dell’emisfero australe. E la luna, sottile e un po’ storta, sembra un sorriso.

0090-Amazzonia 0096-Amazzonia 0096-Amazzonia_2

9 agosto // Sveglia prima dell’alba; nel silenzio, la barca aspetta sulle rive del Madre de Dios. Si naviga fra grumi spugnosi di foglie, fino ad arrivare alle colpas, delle pareti di argilla che i pappagalli becchettano per digerire. I pappagalli arrivano tutti insieme, tantissimi, facendo un gran rumore: sono verdi, non tanto grandi, con le testoline blu, alcuni hanno le ali rosse o gialle. Uno spettacolo coloratissimo, mentre, poco più in là, un bradipo – no, dico, un bradipo! – scende dal suo albero con movimenti al rallentatore. A riva ci sono pescatori, donne che fanno il bucato, bambini che fanno il bagno, il tutto nel mercurio proveniente dalle macchine per l’estrazione illegale dell’oro.

0102-Amazzonia0127-Amazzonia0120-Amazzonia0134-Amazzonia0145-Amazzonia0148-Amazzonia

Poi si scende dalla barca, e comincia la camminata nella foresta. La selva ti fa sentire piccolissimo. Ci sono alberi alti fino a cinquanta metri, con radici enormi, e altri dritti, lunghi e sottili. Palme con le pance e palme che camminano, cortecce che sembrano arrugginite e alberi abitati da formiche. In cima a una lupuna, l’albero madre della foresta, altissimo, con un tronco gigantesco, c’è una piattaforma; vi si sale tramite un ponte sospeso che dondola paurosamente, mentre la vista si apre al di sopra delle chiome. Nella selva, la varietà di piante e animali è infinita. Vediamo uccelli, tipo merli, che fanno nidi a forma di sacca appesi ai rami e hanno un verso forte e melodioso; vediamo grilli verdi e tre tarantole nel loro nido; vediamo la tana dell’armadillo e formicai e termitai d’ogni tipo e dimensione; vediamo un gruppo di scimmie nere, che fuggono appena ci scorgono. Si ascoltano tantissimi suoni, per lo più di pappagalli, che volano in alto e hanno questa forma allungata e bellissima. Arriviamo infine alla riserva di Taricaya, dove vengono curati degli animali, per poi essere liberati di nuovo. Ci sono tante scimmie che giocano e si appendono per la coda, una scimmietta ha persino un braccio ingessato! Ci sono i tapiri e i cerdos del monte, un ocelot e un puma, e un giaguaro che ormai preferisce la comoda vita in cattività.

0227-Amazzonia0161-Amazzonia0164-Amazzonia0167-Amazzonia0172-Amazzonia0184-Amazzonia0191-Amazzonia

0210-Amazzonia

0199-Amazzonia 

Quando torniamo al lodge è quasi buio. Si cena prestissimo, alle sette neanche, e mi piace questo ritmo naturale scandito dalle ore di luce: si sta in piedi dall’alba al tramonto, e basta. Alle otto e mezza rimbocco la zanzariera sotto al materasso e mi rifugio in questa tana tutta per me.

2 pensieri su “Perù #2 | Sul rio Madre de Dios

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...