Everyday life, week 22


cinemabianchini_week22_16 (7)Processed with VSCO with hb1 preset
Quando ancora a giugno c’era gente che metteva il piumino.

Processed with VSCO with a6 preset
Il karma che mi minaccia uscendo da un biscotto cinese.

cinemabianchini_week22_16 (2)
Bellezza pura nel giardino segreto.

Processed with VSCO with a6 preset
Acquerello en plain air.

Processed with VSCO with hb2 preset
Nespole di città.

Processed with VSCO with kk1 preset
Anche se potrebbe sembrare, quello laggiù non è il Taj Mahal.

Processed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 preset
Luoghi destinati a scomparire, ma che rimarranno per sempre come luoghi dell’anima.

6 pensieri su “Everyday life, week 22

  1. . È un sabato torinese con nuvoloni minacciosi…ma in piazza Vittorio Veneto gli sposi, attorniati da alcuni parenti, scesi dall’unica auto, sembra si dirigano verso il classico “rinfresco matrimoniale”;
    . Ma cos’è il biscotto cinese? A me sembra un biscotto fatto da un pasticcere piuttosto “schizzato”che in più vuole che sia il fruitore dei suoi biscotti a lavorare per lui!!!
    . La rosa bianca è bellezza assoluta. Grazie Emma. Ricambio il tuo omaggio con una poesia di José Martì (poeta cubano al quale Roma, all’EUR, ha dedicato un piccolo monumento). Ecco il testo tradotto da Endrigo che poi ne fece un brano musicale:

    Coltivo una rosa bianca
    in luglio come in gennaio
    per l’amico sincero
    che mi dà la sua mano franca.
    Per chi mi vuol male e mi stanca
    questo cuore con cui vivo;
    cardi né ortiche coltivo,
    coltivo una rosa bianca.

    . È presto, le timide nespole sono ancora acerbe!

    . Ma, a Tchantoùri (a un tiro di schioppo dalla provenza) il tempo si è fermato? Sia l’albergo che il tabacchino espongono il cartello del telefono a gettoni anni settanta!

  2. Cara Emma, hai in parte ragione (c’è un refuso) perchè il nome esatto in francoprovenzale è Tchantoùeri. Lo trovi su wikipedia a questo inditizzo: https://it.wikipedia.org/wiki/Cantoira ;
    Se ci ricapiti compra venti gettoni telefonici e dal telefono a disco dell’albergo chiama qualcuno con la teleselezione interurbana !! Facevo così tanti anni fa quando, militare di leva nei Cavalleggeri di Saluzzo, con venti gettoni riuscivo a chiamare a casa dal telefono della caserma sentendo alle spalle una moltitudine di commilitoni che, con motagne di gettoni nelle tasche, premevano impazienti per chiamare casa a loro volta! Eppure non era il milleottocento erano solo gli anni settanta!

  3. Conosco molto bene Cantoira, ci ho passato tante estati da piccola. Sono curiosa di come hai fatto a indovinare il nome del paese, perché nelle foto non lo leggo da nessuna parte.

  4. Beh, semplicemente notando che alla fine del tuo post c’è sempre un elenco di nomi-link (forse non è la terminologia esatta ma spero mi abbia capito). Tra questi c’era Cantoira e siccome era un nome a me sconosciuto ho fatto io una piccola ricerca con Google. Grazie a te viaggio per il mondo a conoscere località sconosciute come fossi un nuovo Emilio Salgari.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...