Everyday life, week 33


Processed with VSCO with a6 preset
Kyoto, temperatura percepita 50°C. Ci hanno visto sconvolte e ci hanno regalato dei biscotti di riso e sesamo nero.

Processed with VSCO with hb2 preset
Nel tunnel di torii rossi al Fushimi Inari-taisha, il tempio delle volpi.

Processed with VSCO with a6 preset
Processed with VSCO with c1 preset
Il laghetto del Shinsen-en, con i suoi ponticelli e gli aironi comandanti di navi di draghi.

Processed with VSCO with g3 preset
Le tegole tradizionali, sarà deformazione professionale, ma queste forme sono quei dettagli che ti entrano nel cuore.

Processed with VSCO with a6 preset
Quell’istante di illusione prima di entrare nel forno.

Processed with VSCO with a6 preset
Il padiglione dorato del Kinku-ji, dove si scopre che lo zen è l’arte di mantenere la calma in mezzo a una mandria di americani entusiasti.

Processed with VSCO with a6 preset
Buddha grassocci e sorridenti e due kami allegri.

Processed with VSCO with g3 preset
La foresta di bambù di Arashiyama, dove sognare di perdersi per sempre.

Processed with VSCO with hb2 preset
Sgombri grigliati da passeggio.

Processed with VSCO with hb2 preset
Il castello di Himeji, come in un disegno su carta di riso.

Processed with VSCO with a6 preset
Quando si scopre che le insegne di stoffa prendono il nome di noren.

Processed with VSCO with g3 preset
Geometrie nel quartiere di Gion.

Processed with VSCO with kk1 preset
La tenerezza frastagliata degli aceri e delle loro foglioline

Processed with VSCO with a6 preset
Incenso per il Daibutsu (nell’edificio in legno più grande del mondo), a Nara.

Processed with VSCO with a6 preset
Nel parco di Nara si affidano segreti ai cerbiatti.

Processed with VSCO with g3 preset
Kurama: foto rubata, posto speciale.

Processed with VSCO with hb2 preset
Nelle ryokan tradizionali si dorme sui tatami, meravigliosamente.

Processed with VSCO with a6 preset
Giornata di trasferimento, che passa non senza ammirare i giardini zen dell’aeroporto di Osaka.

Processed with VSCO with hb2 preset
Sincretismo giapponese.

Processed with VSCO with a6 preset
La prefettura di Okinawa ci accoglie in tutta la sua tropicalità.

Processed with VSCO with hb1 preset
Naha, ordiniamo soba al nero di seppia, alghe scoppiettanti, tofu di arachidi, sashimi di capra e zuppa di serpente di mare.

Processed with VSCO with g3 preset
Uva di mare (mangiamo cose sempre più strane).

Processed with VSCO with se3 preset
Più vicini a Taiwan che a Tokyo.

Processed with VSCO with acg preset
Una lingua di coralli sull’acqua di cristallo.

Processed with VSCO with a6 preset
Dove l’attività più impegnativa è quella di inseguire i paguri.

Processed with VSCO with g3 preset
Piante che si credono fuochi d’artificio.

Processed with VSCO with a6 preset
Ibiscus dopo un altro bell’acquazzone.

Processed with VSCO with c1 preset
Cartolina da Akajima, un puntolino ai margini dell’oceano Pacifico.

Processed with VSCO with acg preset
Vorrei riuscire a ricordarmi di tutta la vita che ho visto lì sotto.

Processed with VSCO with a5 preset
A Tokyo tifoni, a Okinawa squali balena volanti.

Processed with VSCO with a5 preset
Quella che il bruco chiama fine del mondo, il resto del mondo la chiama farfalla.

Processed with VSCO with hb1 preset
La densità media della popolazione giapponese è pari a quella delle carpe nei suoi laghetti.

Processed with VSCO with a6 preset
Processed with VSCO with hb2 preset
Tsuboya e tutte le possibili declinazioni della ceramica.

Processed with VSCO with a6 preset
Cani da guardia incorruttibili.

Processed with VSCO with a6 preset
E come ultima stranezza, proviamo il tè al gelsomino con schiuma di riso tostato.

Processed with VSCO with acg preset
Ciao isole.

2 pensieri su “Everyday life, week 33

  1. Curioso: a Kyoto d’inverno nevica sempre…e in primavera fioriscono i mandorli. E’ la città dei mandorli, non ci sono mai stato ma l’ho conosciuta dal romanzo di Kawabata (e ora dalle tue foto, Emma!)
    Ma anche le tegole sono di legno?
    No, lo zen è l’arte di mantenere la calma in mezzo a una mega famiglia (16 persone) di romani de roma, sulla spiaggia di Villasimius;
    Nei giardini zen si potrebbe giocare a dama!
    Naha: si pranza a piedi scalzi…dopo una lunga camminata al caldo!
    Il bruco e la farfalla sopra la testa…tanto lui mangia la foglia!
    Se il tè non fosse buono ci si consola con la schiuma da barba…, pardon, di riso tostato.
    Grazie Emma. Aspettiamo le prossime.

  2. Ahaha! Dal Giappone alla Sardegna, lo zen si deve praticare un po’ ovunque…
    Le tegole non sono in legno, sono in laterizio, come le nostre, ma probabilmente le cuociono con un procedimento che le rende grigie. Hanno delle forme molto belle, mi sono divertita a osservarle.
    Comunque, il caldo che ho patito in Giappone non l’avevo sentito da nessun’altra parte: l’umidità è sempre al 90%! Ed è quasi impossibile pensare che invece in inverno faccia freddo e nevichi!

    Per le prossime foto del Giappone dovrai aspettare un po’… devo ancora finire di scrivere il diario di viaggio dell’India (sono rimasta un po’ indietro…), ma vedrai che arriveranno😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...