Everyday life, week 44

Manchester in autunno, quando la palette colori è tutto. Le foglie secche e le zucche sugli alberi, in centro. I mattoni, i caffè e i murales del Northern Quarter. I mattoni e i libri della Chetham’s Library, la prima biblioteca pubblica del Regno Unito. I mattoni, i canali e le foglie secche di Castlefield. I mattoni e i formaggi della Market Hall di Altrincham (nonché la miglior meat pie della storia). E poi road trip nel Lake District, tra le montagne della Cumbria (sì, pare che tecnicamente siano assimilabili alle montagne), il cerchio di pietre di Castlerigg (piccola Stonehenge del nord) e il belvedere di Surprise View a picco sul Derwent water, dove la surprise più grande è stata la nebbia, che nascondeva tutto e ci faceva vedere solo foglie secche.

Processed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 preset
Processed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with kk1 presetProcessed with VSCO with kk1 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 preset

Annunci

Bath, Wells, Bristol [not just London]

L’ultima tappa del viaggio attraverso l’Inghilterra, ci ha visto fare tappa in tre cittadine vicine tra loro.

Bath ha quest’aria signorile e anche un po’ snob, con le sue facciate ordinate in pietra arenaria: l’impressione è che qui si viva bene, senza grandi preoccupazioni. Il museo degli antichi bagni romani riserva interessanti sorprese, anche per chi i reperti romani li ha visti migliaia di volte.

il cinema bianchini_bath (1)il cinema bianchini_bath (4) il cinema bianchini_bath (5) il cinema bianchini_bath (6) il cinema bianchini_bath (7) il cinema bianchini_bath (8) il cinema bianchini_bath (3)il cinema bianchini_bath (9) il cinema bianchini_bath (10) il cinema bianchini_bath (13) il cinema bianchini_bath (11) il cinema bianchini_bath (15) il cinema bianchini_bath (14) il cinema bianchini_bath (16) il cinema bianchini_bath (12) il cinema bianchini_bath (17) il cinema bianchini_bath (19) il cinema bianchini_bath (18) il cinema bianchini_bath (2)

Wells è un’altra cittadina tipica della campagna inglese, con le sue casette e il suo mercato pieno di cose appetitose. C’è anche una cattedrale gotica che affaccia sul suo bel prato curato e verdissimo: all’interno, ci sono degli archi curiosi, detti a forbice, che non avevo mai visto. Il palazzo del vescovo è circondato da un fossato pieno d’acqua, abitato da anatre e cigni. Tutto sembra essere rimasto sospeso in un’altra era.

il cinema bianchini_wells (9) il cinema bianchini_wells (5) il cinema bianchini_wells (7) il cinema bianchini_wells (4) il cinema bianchini_wells (6) il cinema bianchini_wells (11) il cinema bianchini_wells (8) il cinema bianchini_wells (10) il cinema bianchini_wells (1) il cinema bianchini_wells (2) il cinema bianchini_wells (3)

Ma la mia preferita è Bristol. Apparentemente scontrosa e fredda, è famosa per la sua scena underground e per la graffiti art (Baknsy ha iniziato proprio qui) e ospita diversi musei e gallerie d’arte contemporanea di livello internazionale: bisognerebbe prendersi il tempo di scoprirla poco per volta.

il cinema bianchini_bristol (4) il cinema bianchini_bristol (3) il cinema bianchini_bristol (7) il cinema bianchini_bristol (6) il cinema bianchini_bristol (9) il cinema bianchini_bristol (11) il cinema bianchini_bristol (12) il cinema bianchini_bristol (8) il cinema bianchini_bristol (2)

Everyday life, week 35

Scarpe chiuse e giacca a vento, dopo due settimane in India, sono poco confortevoli; e poi la giacca cambia continuamente stato: chiusa, aperta, tolta, messa.
Manchester comincia a essere familiare. L’ho vista per la prima volta l’anno scorso (e ne avevo scritto qui), la seconda volta è stata solo il punto di partenza e di arrivo del nostro viaggio in Inghilterra. Questa volta ho potuto girarla senza fretta, esplorando le strade senza una meta precisa. Mi sono lasciata portare verso quartieri che apparentemente non hanno alcuna attrattiva, ma che raccontano la storia di una cupa città industriale che si sta trasformando in una città luminosa e creativa.

cinemabianchini_week35_15 (1) cinemabianchini_week35_15 (19) cinemabianchini_week35_15 (3) cinemabianchini_week35_15 (13) cinemabianchini_week35_15 (16) cinemabianchini_week35_15 (8) cinemabianchini_week35_15 (9) cinemabianchini_week35_15 (12) cinemabianchini_week35_15 (20) cinemabianchini_week35_15 (17) cinemabianchini_week35_15 (10) cinemabianchini_week35_15 (7) cinemabianchini_week35_15 (15) cinemabianchini_week35_15 (21) cinemabianchini_week35_15 (14)

Tintagel, Glastonbury e Re Artù [not just London]

La costa nord della Cornovaglia è un susseguirsi di scogliere, strambe conformazioni rocciose e spiagge dall’aria poco accogliente, ma affollate dai surfer. Newquay, Perranporth, Padstow, Bedrutan steps: qui il vento soffia forte e la pioggia sottile bagna l’obiettivo della macchina fotografica senza rimedio; mettere a fuoco è complicato, ma le immagini prendono effetti inattesi.

il cinema bianchini_king arthur (4)il cinema bianchini_king arthur (3) il cinema bianchini_king arthur (2)il cinema bianchini_king arthur (5) il cinema bianchini_king arthur (7)il cinema bianchini_king arthur (6) il cinema bianchini_king arthur (8) il cinema bianchini_king arthur (9) il cinema bianchini_king arthur (10) il cinema bianchini_king arthur (12)il cinema bianchini_king arthur (11) il cinema bianchini_king arthur (13) il cinema bianchini_king arthur (14) il cinema bianchini_king arthur (15)

Su un promontorio che si allunga verso l’Atlantico, sorge il castello di Tintagel: secondo la leggenda, questo luogo si incrocia con le storie di Re Artù e i cavalieri della Tavola Rotonda. Vero o no, le rovine arroccate in cima alla scogliera sono affascinanti e non c’è da aver paura a scendere sulla spiaggetta di sassi ed entrare nella grotta di Merlino, che il mare riempie o svuota a seconda della marea.

il cinema bianchini_king arthur (16)  il cinema bianchini_king arthur (19)il cinema bianchini_king arthur (18)  il cinema bianchini_king arthur (17)

Per il resto, il villaggio di Tintagel non è particolarmente caratteristico, se non per il suo ufficio postale (che avevo già fotografato qui), ospitato in un cottage di pietra del XIV secolo dal tetto tutto storto e dalle proporzioni curiose.

il cinema bianchini_king arthur (21)il cinema bianchini_king arthur (20)  il cinema bianchini_king arthur (22)

Uno dei posti che più mi ha colpito, in questo viaggio attraverso l’Inghilterra, è Glastonbury. Sentita nominare tante volte per il festival rock che si tiene nelle sue campagne dagli anni Settanta, nel mio immaginario è sempre stata poco più che una distesa di fango.
La prima cosa interessante da dire è che Glastonbury oggi sembra popolata per lo più da hippy attempati: le persone vestono abbigliamento new age, gli alimentari offrono prodotti biologici e si alternano ai ristoranti vegani e ai centri di cristalloterapia e medicina olistica.
Al centro del villaggio, poi, c’è una abbazia benedettina diroccata. Al centro della navata principale, una tomba riporta il nome di Re Artù e della sua regina. Sotto la luce caldissima di quella sera estiva, è stato magico passeggiare sul manto verde e morbido tra le colonne e gli archi in pietra, che, come in tutte le cattedrali gotiche, hanno il potere di farti sentire microscopico (per capire le proporzioni bisogna guardare questa foto).

il cinema bianchini_king arthur (30) il cinema bianchini_king arthur (26)il cinema bianchini_king arthur (24) il cinema bianchini_king arthur (25)   il cinema bianchini_king arthur (28) il cinema bianchini_king arthur (29)il cinema bianchini_king arthur (27)   il cinema bianchini_king arthur (32)il cinema bianchini_king arthur (33)il cinema bianchini_king arthur (23)il cinema bianchini_king arthur (31)

Finalmente la pioggia: la Cornovaglia da Fowey a Land’s End [not just London]

È un vero mistero – nonché una grande fortuna – essere riusciti a scampare alla pioggia in Inghilterra per una settimana intera. Sono certa che abbia provato a prenderci più volte e che ci abbia rincorso fino a metterci nell’angolo: in Cornovaglia non avevamo più via d’uscita.

Ci siamo fermati dalle parti di Truro, in una fattoria nascosta nei boschi. Il nostro ospite era un bel signore, alto costruito senza economia, volenteroso e goffo nel grembiulone a righe con il quale ci aspettava al mattino di fronte alla cucina. Nell’aia buissima di quella fattoria, ho visto uno dei più bei cieli stellati della mia vita.

I villaggi sulla costa meridionale della Cornovaglia (Fowey, Polruan, Mevagissey) sono acquattati dentro piccole insenature, per sempre sferzate dal vento. Le case colorate, affollate su stradine strette che scendono giù ripide verso il porticciolo. Sull’acqua, un nugolo di barchette e kayak che vanno e vengono. I ristorantini offrono il granchio come piatto tipico; i simpatici crostacei vengono pescati dai bambini sotto ai nostri occhi (quando si dice “chilometri zero”). Fanno un po’ pena mentre cercano di fuggire dai secchielli di plastica trasparente, ma non si può dire che non siano buoni…

il Cinema Bianchini_Cornwall (2)il Cinema Bianchini_Cornwall (4) il Cinema Bianchini_Cornwall (3)il Cinema Bianchini_Cornwall (12)il Cinema Bianchini_Cornwall (10)il Cinema Bianchini_Cornwall (7)il Cinema Bianchini_Cornwall (9)il Cinema Bianchini_Cornwall (5)il Cinema Bianchini_Cornwall (6)il Cinema Bianchini_Cornwall (14)il Cinema Bianchini_Cornwall (11)il Cinema Bianchini_Cornwall (13)il Cinema Bianchini_Cornwall (15)il Cinema Bianchini_Cornwall (16)

La pioggia si fa sempre più fitta mentre viaggiamo verso ovest. Le nuvole sono così basse che, dalla spiaggia di Penzance non riusciamo neanche a scorgere St. Michael’s Mount, l’isolotto con tanto di abbazia collegato alla terraferma con una lingua di sabbia che si scopre durante la bassa marea.

A Land’s End, l’estremità occidentale dell’Inghilterra (il punto più vicino a New York, per intenderci), la pioggia fine ma incessante e il vento che soffia inarrestabile rendono difficile godere della vista sulle stranissime scogliere di questo luogo mitico. È così mitico e visitato dai turisti, che alle sue spalle, purtroppo, è sorto un centro visitatori piuttosto squallido.

il Cinema Bianchini_Cornwall (1)il Cinema Bianchini_Cornwall (24)

Lizard Point è meno frequentato di Land’s End, e per questo è rimasto molto più autentico.
È il punto più a sud dell’Inghilterra e si affaccia sull’Atlantico con pareti di roccia nera.
Storicamente noto come punto di partenza per la traversata dell’oceano, attorno a questo capo si sono verificati anche molti naufragi, come ci raccontano le mappe vendute nello scalcagnato negozio di souvenir.

il Cinema Bianchini_Cornwall (21)il Cinema Bianchini_Cornwall (17)il Cinema Bianchini_Cornwall (18)il Cinema Bianchini_Cornwall (19)il Cinema Bianchini_Cornwall (22)il Cinema Bianchini_Cornwall (23)il Cinema Bianchini_Cornwall (20)

La Durdle Door e le scogliere del Dorset [not just London]

Le scogliere del Dorset portano questo nome epico: Jurassic Coast.
Da Poole a Weymouth, le colline si spingono alte fino al Canale della Manica e poi precipitano, come bianche fette di cheesecake tagliate da giganti preistorici. Nei pressi di West Lulworth, le rocce saltano in acqua ancora un po’ più in là e con un paio di grandi balzi danno forma a un grande arco, la Durdle Door (l’avevo già mostrata in una fotografia magica). In questa baia protetta, gli inglesi fiduciosi pescano, fanno sport e prendono il sole sulla spiaggia di sassi rotondi.

il Cinema Bianchini_Durdle Door (6) il Cinema Bianchini_Durdle Door (8) il Cinema Bianchini_Durdle Door (2) il Cinema Bianchini_Durdle Door (3) il Cinema Bianchini_Durdle Door (12)il Cinema Bianchini_Durdle Door (13)il Cinema Bianchini_Durdle Door (4) il Cinema Bianchini_Durdle Door (11) il Cinema Bianchini_Durdle Door (10)il Cinema Bianchini_Durdle Door (14)il Cinema Bianchini_Durdle Door (7) il Cinema Bianchini_Durdle Door (1)il Cinema Bianchini_Durdle Door (16)

Il Dorset prosegue verdissimo verso ovest e fino a portarci a Exeter, cittadina universitaria, capoluogo della contea del Devon. Qui siamo solo di passaggio e non possiamo certo mancare la sua cattedrale, un po’ tozza ma riccamente decorata. Le case, dall’architettura variegata, si tengono a una certa distanza e, tutto intorno, le aiuole e i dehors sono animati allegramente.

il Cinema Bianchini_Exeter (2) il Cinema Bianchini_Exeter (3) il Cinema Bianchini_Exeter (4) il Cinema Bianchini_Exeter (5) il Cinema Bianchini_Exeter (1)

Stonehenge, Salisbury e New Forest [not just London]

Cominciamo con il dire che Stonehenge va guadagnata. Guadagnata in auto, fermi immobili in coda, con vista su un allevamento di maiali (vedevo solo colline rosa, ci ho messo un po’ a capire che cosa fossero!). Guadagnata in coda alla biglietteria nel nuovo fiammante visitor centre. Guadagnata con due chilometri di passeggiata (oppure di trenino). Guadagnata al di qua del nastro, che ti tiene ben lontano dai megaliti e che li fa sembrare più piccoli di quello che sono. Guadagnata fra la folla di visitatori, che rendono questo posto assolutamente infotografabile. Nonostante tutto, Stonehenge rimane magico e misterioso, e queste rocce che restano in piedi da cinque mila anni (con qualche aiutino) sprigionano forza ed energia.

cinema bianchini_stonehenge (5)cinema bianchini_stonehenge (6)cinema bianchini_stonehenge (7) cinema bianchini_stonehenge (2)

Vicino a Stonehenge c’è un altro sito neolitico: Woodhenge. Simile a Stonehenge per forma e per allineamento con con il solstizio d’estate, Woodhenge appare come una serie di cerchi concentrici, in origine costituiti da pali di legno alti qualcosa come 6 metri, ora invece riprodotti con basse colonne in calcestruzzo. Molto è lasciato all’immaginazione, ma è suggestivo e l’atmosfera è completamente diversa da Stonehenge, perché non c’è nessuno…

cinema bianchini_woodhenge (2) cinema bianchini_woodhenge (1)

Da qui, la tappa successiva è Salisbury: una bella cittadina cresciuta attorno al verdissimo close della cattedrale. Casa di una delle copie originali della Magna Charta, la cattedrale di Salisbury è immensa. Tanto è decorata di statue all’esterno, quanto è spoglia al suo interno: solo linee che si elevano vertiginosamente mozzando il fiato. Al centro della navata principale, le vetrate colorate si specchiano sulla superficie perfettamente liscia dell’acqua, che scorre nel nuovo fonte battesimale.

cinema bianchini_salisbury (10) cinema bianchini_salisbury (12) cinema bianchini_salisbury (11) cinema bianchini_salisbury (4) cinema bianchini_salisbury (9) cinema bianchini_salisbury (8)cinema bianchini_salisbury (7)cinema bianchini_salisbury (6)cinema bianchini_salisbury (3) cinema bianchini_salisbury (13) cinema bianchini_salisbury (2) cinema bianchini_salisbury (1)

Sempre più a sud, attraversiamo il parco naturale di New Forest, cercando faticosamente un posto dove fermarci a dormire. Qui, i boschi ancora incontaminati si alternano a vaste brughiere e zone paludose, e dove già si sente il profumo del mare. Un tempo tenuta di caccia del re, New Forest è ancora regolata da un codice di leggi risalente al XI secolo; è grazie a questo codice che ci si imbatte spesso in gruppi di cavalli che pascolano o viaggiano liberi lungo la strada. I villaggi sparsi sono pieni di turisti in bicicletta e campeggiatori, ma in particolare Lyndhurst è meta di pellegrinaggio per chi ha amato Alice nel Paese delle Meraviglie, perché è proprio qui che lei, la vera Alice Liddell, è sepolta.

cinema bianchini_new forest (4) cinema bianchini_new forest (6) cinema bianchini_new forest (3) cinema bianchini_new forest (5) cinema bianchini_new forest (2) cinema bianchini_new forest (1) cinema bianchini_new forest (7)