Everyday life, week 44

Manchester in autunno, quando la palette colori è tutto. Le foglie secche e le zucche sugli alberi, in centro. I mattoni, i caffè e i murales del Northern Quarter. I mattoni e i libri della Chetham’s Library, la prima biblioteca pubblica del Regno Unito. I mattoni, i canali e le foglie secche di Castlefield. I mattoni e i formaggi della Market Hall di Altrincham (nonché la miglior meat pie della storia). E poi road trip nel Lake District, tra le montagne della Cumbria (sì, pare che tecnicamente siano assimilabili alle montagne), il cerchio di pietre di Castlerigg (piccola Stonehenge del nord) e il belvedere di Surprise View a picco sul Derwent water, dove la surprise più grande è stata la nebbia, che nascondeva tutto e ci faceva vedere solo foglie secche.

Processed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 preset
Processed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with kk1 presetProcessed with VSCO with kk1 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 preset

Annunci

Everyday life, week 35

Scarpe chiuse e giacca a vento, dopo due settimane in India, sono poco confortevoli; e poi la giacca cambia continuamente stato: chiusa, aperta, tolta, messa.
Manchester comincia a essere familiare. L’ho vista per la prima volta l’anno scorso (e ne avevo scritto qui), la seconda volta è stata solo il punto di partenza e di arrivo del nostro viaggio in Inghilterra. Questa volta ho potuto girarla senza fretta, esplorando le strade senza una meta precisa. Mi sono lasciata portare verso quartieri che apparentemente non hanno alcuna attrattiva, ma che raccontano la storia di una cupa città industriale che si sta trasformando in una città luminosa e creativa.

cinemabianchini_week35_15 (1) cinemabianchini_week35_15 (19) cinemabianchini_week35_15 (3) cinemabianchini_week35_15 (13) cinemabianchini_week35_15 (16) cinemabianchini_week35_15 (8) cinemabianchini_week35_15 (9) cinemabianchini_week35_15 (12) cinemabianchini_week35_15 (20) cinemabianchini_week35_15 (17) cinemabianchini_week35_15 (10) cinemabianchini_week35_15 (7) cinemabianchini_week35_15 (15) cinemabianchini_week35_15 (21) cinemabianchini_week35_15 (14)

Manchester

Manchester. Dov’è esattamente? Ah, così a nord? Il confine con la Scozia è a 200 chilometri (ma è così grande l’Inghilterra?) e Liverpool è veramente vicina. Ma pensa…
Manchester è una città di mattoni rossi vicino ai quali sono sorte strutture in vetro e acciaio. Le vecchie fabbriche del centro sono diventate centri commerciali, centri culturali e abitazioni. Storia e modernità si alternano e si ricorrono e la neogotica Rylands Library condivide la piazza con il super moderno negozio di Armani. È una città apparentemente omogenea: il centro, Northern Quarter, Chinatown e il gay village si distinguono soprattutto per le insegne, i negozi e i locali. I luoghi più caratteristici sono i canali navigabili che determinarono lo sviluppo industriale dell’area: si passeggia fra le houseboat, i tavolini dei pub, le aiuole di daffodils fioriti e le grosse oche, mentre nuovi ponti aiutano a districarsi in questo labirinto di scalette e passerelle. Le persone vanno e vengono impegnate, si percepisce attività, fervore, lavoro, anche nelle ampie vie commerciali, sembra che tutti abbiano uno scopo. Il grattacielo dell’Hilton hotel svetta come una freccia isolata: basta guardarlo e sai dove sei. Alla sera ci si sposta sui Salford Quays, fuori città: lo storico stadio, gli uffici della BBC, teatri,  musei e due grandi ponti. I locali notturni e i ristoranti animano l’atmosfera resa già unica dagli effetti delle luci colorate che si riflettono sull’acqua.

320-Manchester 283-Manchester 001-Manchester 304-Manchester 064-Manchester 068-Manchester 079-Manchester 082-Manchester 110-Manchester 111-Manchester 126-Manchester 139-Manchester 134-Manchester 129-Manchester 120-Manchester037-Manchester 043-Manchester 026-Manchester 045-Manchester 288-Manchester 284-Manchester 291-Manchester 297-Manchester 299-Manchester 314-Manchester 328-Manchester 329-Manchester 280-Manchester